DSCF0607Mi ero accordato con Orietta per assistere a questo spettacolo "leggero", ci sono andato volentieri e ho incontrato altre persone care. L’esibizione è iniziata con un certo ritardo ma gli artisti si sono fatti perdonare l’attesa: se si escludono due o tre "stecche" del tenore, le interpretazioni sono state piene di brio e di intensità espressiva; in particolare si è distinta la cantante, vera mattatrice della serata, una donna piena di iniziativa, vitalità, verve e doti comunicative, oltre un’eccellente padronanza dei suoi mezzi artistici. Il programma della serata è stato eterogeneo nell’area di provenienza e nel genere ma non nella difficoltà di ascolto: a brani di musica leggera decisamente ammiccanti verso l’orecchio del pubblico sono state affiancate arie d’opera ampiamente note e abbastanza indulgenti persino verso i meno esperti. Nello stesso titolo della serata, l’accostamento tra opera, operetta, musical e canzone napoletana anticipava abbondantemente quello che sarebbe stato lo spirito della performance musicale. Il tenore ha pagato quello che il maestro Andrea Angelini (seduto poco distante da noi) ha giustificato come "un calo fisiologico di voce" in occasione di due o tre acuti ["Il lamento di Federico", "Maria" e "Core ‘ngrato" ] che il cantante ha sì intonato esattamente ma che sono repentinamente scivolati di una frazione di tono verso il grave, con manifesto disappunto del pubblico che – in maniera inconsueta per queste serate estive all’aperto – si è dimostrato attento e competente. Perfetta, invece, il soprano sia dal punto di vista squisitamente tecnico, sia da quello interpretativo, sia dal punto di vista più umano della simpatia e della capacità di empatia con la platea. Molto simpatico anche il siparietto con il quale si è vantata di padroneggiare con ottima padronanza la pronuncia del napoletano.
Peccato per la penuria di sedie che ha costretto i ritardatari a godersi lo spettacolo all’impiedi.

Notti musicali – Dall’opera all’operetta, dal musical alla canzone napoletana
Rimini – 14/07/2007 –  Castel Sismondo – Orario: 21.30
“Dall’opera all’operetta, dalla magia del musical all’intramontabile canzone napoletana”
“Trio lirico”: Rossella Ressa, Soprano; Nico Sette, Tenore; Piero Rotolo, Pianoforte

Interpreti Autore Titolo Opera
PTS G.Verdi Libiamo ne’ lieti calici La Traviata
PT F. Cilea Lamento Di Federico L’Arlesiana
PS G.Puccini Vissi d’arte Tosca
PTS R.Benatzky Al Cavallino Al Cavallino Bianco
PS V.Ranzato Fox della Luna Il Paese dei campanelli
PT F.Lehar Tu che m’hai preso il cor Il Paese del sorriso
PTS F.Lehar Le sirene del ballo La Vedova Allegra
PS G.Gershwin Summertime Porgy and Bess
PT L.Bernstein Maria West Side Story
PTS V.Youmans Tea for two No, no, Nanette
PS E.Di Capua I’ te vurria vasà
PT S.Cardillo Core ‘ngrato
PTS N.Valente Torna
PTS V.D’Annibale ‘o Paese d”o sole
PTS E.De Curtis Non ti scordar di me
PTS+ F.Lehar È scabroso le donne studiar La Vedova Allegra
PTS F.Lehar Le sirene del ballo La Vedova Allegra
Advertisements