Grazie alla segnalazione di Raffaella abbiamo saputo di questo concerto lirico in piazza Cavour a hanno contribuito la Banda della Città di Rimini e il coro locale "Amintore Galli". Uno spettacolo gradevole e ricco se si eccettuano le imprecisioni di altezza di alcuni ottoni (forse una trombra e/o un trombone). La piazza era stracolma e come al solito questo ha esercitato un’influenza negativa sull’ascolto a causa del solito inarrestabile chiacchiericcio che caratterizza le esecuzione all’aperto. In una circostanza il maestro Jader Abbondanza è rimasto fermo ad aspettare un contegno più rispettoso da parte del pubblico ma l’effetto positivo, ahimé, è durato molto poco.
Eravamo in una posizione infelice dal punto di vista acustico, giacché avevamo trovato un gradino libero proprio dietro al sezione degli ottoni (c’erano ben cinque tube!) il che ci impediva di assaporare le timbriche più distanti tra cui quelle dei legni (clarinetti e flauti), In compenso eravamo vicinissimi alla grancassa, ai timpani e ai piatti; in particolare ci ha incuriosito la tecnica di quest’ultimo strumento in quanto la vicinanza dall’interprete ci ha permesso di notare i suoi movimenti; 
la mucista, infatti, compieva un gesto rapido portando la circonferenza dei piatti a contatto con i suoi fianchi per smorzarne il suono e ottenere l’effetto staccato. È stato molto evidente durante l’esecuzione del "Dies Irae" di Verdi, quando si susseguono rapidamente forti colpi di grancassa a quelli combinati tra timpani e piatti.
Una serata molto piacevole, comunque, nel corso della quale abbiamo incontrato molte persone care, alcune delle quali non vedevamo da tempo.

–br–
PROGRAMMA

G. Rossini – Il Signor Bruschino, Sinfonia

G. Donizetti – L’Elisir d’amore, Saria possibile?

G. Verdi – La Traviata, Zingarelle e Mattadori

G. Verdi – Aroldo, Sinfonia

G. Verdi – Aida, Gloria all’Egitto

G. Verdi – Nabucco, Sinfonia

G. Verdi – Nabucco, Gli arredi festivi

G. Verdi – Requiem, Dies irae

G. Verdi – La Traviata, Libiamo ne’ lieti calici

G. Verdi – Nabucco, Va’ Pensiero

G.F. Häendel – Il Messia, Halleluja